Sei pronto per un’esperienza unica?

Image Alt

Sirmione e il Garda

Sirmione, la perla di Catullo. Storia, terme e poesia

«Con quale gioia e felicità ti rivedo
Sirmione, gioiello delle penisole e delle isole,
fra tutte quelle che il duplice Nettuno accoglie
nei chiari laghi e nei vasti mari!»
(Catullo, Carme XXXI)

Testimoniano la memoria di questa rinomata località termale le storiche Grotte di Catullo, l’imponente complesso archeologico, accessibile e visitabile sulla punta estrema della penisola di Sirmione e affacciato sull’intero bacino del Lago di Garda, nel quale sono conservati i resti di una grandiosa villa romana (II secolo d.C.), dove sono ancora ben visibili i vari ambienti termali per i quali si utilizzavano le acque sulfuree salsobromoiodiche del luogo, che continuano ad alimentare gli attuali centri termali.

Dopo circa due secoli di dominazione Longobarda (568-774 d.C.), di cui restano testimonianze visibili in alcune chiese e complessi monastici, Sirmione viene assoggettata a Verona e alla Signoria Scaligera (1197-1405 d.C.), per diventare successivamente parte della Repubblica di Venezia, come mostrano gli stemmi presenti sul portone d’ingresso del Castello Scaligero.

Proprio quel monumento, che oggi accoglie il visitatore all’interno delle sue mura storiche, costituiva nel Medioevo il più importante baluardo difensivo all’ingresso del borgo. Si tratta della Rocca Scaligera (costruita tra il XIII e il XIV sec.), un possente maniero completamente circondato dalle acque della darsena e ancora in ottimo stato di conservazione. Dai camminamenti di ronda e dalla sommità della torre del mastio, alta 47 metri, si può godere di un panorama d’eccezione.

Inoltrandosi tra le viuzze e i muri in pietra del vivace centro storico, si possono apprezzare scorci romantici e suggestivi, insieme al piacere di una gastronomia tradizionale di grande valore, basata sui tre cardini della produzione locale: il delicato olio extravergine d’oliva Garda DOP, i vini locali, tra cui il rinomato Lugana DOP, e alcune varietà locali di pesce di lago.

Sirmione è raggiungibile in meno di un’ora dall’Aeroporto Valerio Catullo di Verona e dalle stazioni ferroviarie di Brescia e Verona, tramite Autostrada A4, uscita Sirmione.

Lago di Garda.
Il Mediterraneo ai piedi delle Alpi

«Il Lago di Garda ha quattro anime: a nord è un fiordo norvegese, blu e profondissimo, circondato dalle montagne; a oriente è la Costa Azzurra, con la strada sinuosa che si affaccia sull’acqua; a ovest è la Costiera Amalfitana, con le gallerie scavate nelle pareti che scendono a picco; a sud, infine, il lago di Garda diventa un mare che si allarga piatto nella pianura Padana».

(Andrea Selva, Un fiordo mediterraneo: scoprire il Garda, Repubblica online 10 giugno 2015)

Ciò che colpisce del Lago di Garda è la ricchezza di culture ed esperienze comprese in un perimetro di circa 160 km. Come nel prezioso gioiello di Sirmione, è possibile esplorare la stratificazione storica che ha caratterizzato la permanenza umana in questa terra nei secoli visitando numerose località che sono fiorite sulle coste di questo magnifico lago. Tra le altre, ne sono testimonianza: Desenzano con la sua Villa Romana (sec I a.C.), il Castello Medievale (sec. XI d.C.) e la Torre risorgimentale di San Martino della Battaglia (sec XIX d.C.); Salò, entrata negli annali della storia per aver ospitato la Repubblica Sociale Italiana durante la II Guerra Mondiale e per aver dato i natali al celeberrimo liutaio Gasparo da Salò (1540 – 1609), che la tradizione ricorda come il primo inventore del violino; Gardone Riviera e il suo Vittoriale degli Italiani, un complesso di edifici, vie, piazze, giardini e corsi d’acqua e un teatro all’aperto, voluto da Gabriele d’Annunzio a partire dal 1921 per celebrare la sua memoria di poeta-soldato e le imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale; Toscolano Maderno, con le sua tradizionali cartiere; Limone del Garda, le cui particolarissime condizioni climatiche, così simili a quelle mediterranee, la rendono da secoli il luogo ideale per la coltivazione dei limoni; Moniga e diverse altre località del Lago, ricche degli uliveti che danno origine all’olio EVO Garda DOP; le terre dei prestigiosi vigneti del Lugana, del Chiaretto Valtenesi e delle altre denominazioni vitivinicole che sono espressione di questi importanti terroir.

Da nord a sud, il Lago di Garda ha le caratteristiche perfette per l’attività outdoor: tour in bici per principianti ed esperti, passeggiate nella natura e nei vigneti, trekking, golf, terme naturali e sport acquatici sono solo alcune delle declinazioni delle attività all’aria aperta che il Lago di Garda offre.

Il fascino di Sirmione e una cantina di Franciacorta con minivan privato
1 Giorno
Una cantina di Franciacorta e il fascino di Sirmione e del Lago di Garda in motoscafo
1 Giorno
Pernottamento in hotel 4 stelle sul Lago di Iseo
2 Giorni

# 5.3 – A tutto golf! / da € 1.320,00

Quattro memorabili esperienze a Verona, sul Garda, in Franciacorta e a Bergamo
5 Giorni
Patrimonio culturale, tradizioni ed esperienze sul Lago di Garda, in Franciacorta, a Monte Isola, a Bergamo (UNESCO) e a Verona (UNESCO)
7 Giorni
Patrimonio culturale, tradizioni ed esperienze a Verona (UNESCO), sul Lago di Garda, in Franciacorta, a Monte Isola e a Milano (UNESCO)
7 Giorni

# 8.1 – Passaggio a Nord Est / da € 1.980,00

Arte e cultura a Milano, Bergamo (UNESCO), Verona (UNESCO) e Brescia. Esperienze di cibo e vino in Franciacorta, sul Lago di Garda e sul Lago d’Iseo
8 Giorni
You don't have permission to register